Avulsione traumatica

fuoriuscita del dente in seguito ad un trauma

Per avulsione traumatica si intende la fuoriuscita dell’intero dente dall’alveolo (cavità che ospita la radice) in seguito ad un trauma che coinvolge il distretto oro-facciale (non solo quindi la zona della bocca, ma più in generale di tutto il viso). Ciò può avvenire, per esempio, durante gli sport di contatto con percentuale elevata dai 6 ai 14 anni. Dai 14 anni si rileva un’ulteriore incremento di eventi traumatici dovuto al coinvolgimento dei ragazzi in incidenti stradali.
Per non incorrere in gravi errori di valutazione, cercheremo di rispondere a dei semplici quesiti importanti per affrontare nel miglior modo possibile i primi difficili momenti dopo il trauma.

 

Stai sanguinando, cosa devi fare?
Stringere un fazzoletto pulito e piegato in corrispondenza dell’alveolo. Non assumere nessun farmaco contenente aspirina, poiché questo favorisce il sanguinamento. Applicare impacchi di ghiaccio.

 

Hai ancora il dente integro, può essere riposizionato nell’alveolo?
Il dente integro deve essere riposizionato nell’alveolo al più presto possibile, l’ideale sarebbe entro un’ora dal trauma.
Si deve sciacquare il dente sotto l’acqua corrente, riposizionarlo nell’alveolo ed accertarsi di aver fatto il vaccino dell’antitetanica. Se non si riesce a riposizionare il dente, si consiglia di mantenere idratato l’elemento in soluzione fisiologica, saliva o latte.
In ogni caso, recarsi al più presto dal dentista di fiducia.

 

Cosa succede se hai recuperato solo una parte del dente?
Non si deve assolutamente riposizionare il frammento in bocca, ma si consiglia sempre di conservarlo in soluzione fisiologica, latte o saliva per mantenerlo idratato.
Anche in questo caso si consiglia di contattare al più presto il proprio dentista che dovrà valutare l’entità della frattura e l’eventuale necessità di eseguire radiografie per verificare se la radice è stata danneggiata.

 

Cosa puoi fare se non trovi il dente?
Se non riesci a trovare il dente, recati comunque dal tuo dentista che valuterà con esami radiologici e domande mirate la procedura clinica più appropriata.

 

Cosa devi fare se si tratta di un dente da latte?
Il dente da latte non deve essere riposizionato in bocca per evitare traumi ai denti permanenti. Il tuo dentista esaminerà attentamente i tessuti molli e la mobilità degli elementi traumatizzati per verificare l’eventuale presenza di frammenti di dente nella gengiva.

 

Qual è il futuro del dente reimpiantato?
Se il dente è stato reimpiantato con successo, potrebbero non essere necessari ulteriori trattamenti, ma soltanto controlli periodici per poter valutare la vitalità dell’elemento stesso.
Per contrastare la mobilità del dente e favorire la stabilizzazione nella posizione corretta, si blocca l’elemento reimpiantato con della resina ai denti vicini per un periodo stabilito dal tuo dentista.

 

Cosa fare quando il reimpianto non ha avuto successo o il dente è andato perso?
Se il dente è andato perso o se il reimpianto non ha avuto successo, può essere sostituito temporaneamente con un dispositivo protesico provvisorio. In seguito, a maturità scheletrica raggiunta sarà possibile programmare la realizzazione di un manufatto protesico ad ancoraggio dentale o implantare.

 

Cosa puoi fare per evitare avulsioni traumatiche?
Puoi indossare un paradenti, cioè una mascherina realizzata dal dentista, che protegge i denti in caso di traumi alla bocca.
I paradenti possono essere trasparenti o colorati. Ad esempio, si possono utilizzare i colori della squadra preferita dal ragazzo, per incentivarne l’utilizzo durante l’attività sportiva.

CONTATTACI
close slider





Ho preso visione dellaprivacy policy ed acconsento al trattamento dei dati.


CHIAMACI AL 0541 52025